Impianti Idrogeno Ossigeno



IMPIANTI IDROGENO OSSIGENO

La necessità di avere la disponibilità in loco di idrogeno, (per esempio nelle centrali elettriche per il raffreddamento del generatore) la PFI progetta elettrolizzatori bipolari che possono soddisfare le esigenze dei clienti.

L'impianto serve per la produzione di idrogeno e ossigeno (rapporto 2:1), tramite elettrolisi dell'acqua. I sistemi principali dell'impianto sono:
idrogeno ossigeno

1. Raddrizzatore e unità di elettrolisi
2. Idrogeno / ossigeno purificazione.
3. Idrogeno / ossigeno stoccaggio ad alta pressione.
4. Idrogeno / ossigeno a bassa pressione di stoccaggio.

CARATTERISTICHE DELLA CELLA A DOPPIO DIAFRAMMA

Tra gli elettrolizzatori  la cella a doppia membrana è la più affidabile e sicura. Viene utilizzata per la produzione di idrogeno e ossigeno in ambiente pericoloso dove sono richieste estreme sicurezza e affidabilità (Es. in centrali termoelettriche)
Sono comunemente utilizzati dove c’è una richiesta di capacità compresa tra 1 e 200 Nmc / h di idrogeno.
 I nostri elettrolizzatori, semplici, robusti e facile da mantenere e che vengono usati nelle condizioni ambientali più critiche.
Tali elettrolizzatori  sono frutto dell’ esperienza italiana nel settore elettrochimico.

idrogeno ossigeno
PROCESSO DELLA CELLA A DIAFRAMMA
 
L'elettrolita è una soluzione acquosa di idrossido di sodio a 280 g/l di concentrazione ed è contenuta nei comparti anodici/catodici, dove rispettivamente, ossigeno e idrogeno sono generati per elettrolisi dell'acqua e mantenuti separati da una doppia diaframma.
Tale configurazione garantisce il massimo livello di sicurezza e purezza del gas. Infatti nel caso in cui un diaframma fosse danneggiato, quello che attraverso di esso passa viene scaricato in atmosfera evitando il pericolo di miscelazione con quello prodotto nel comparto adiacente.
Il tubo di scarico immediatamente visualizza tale anomalia permettendo l’intervento degli operatori.

Copyright © 2011 • P.F.I. impianti • Tutti i diritti riservati